Category Archives: Step 2: preparare gli strumenti

come trovare nuovi clienti

Intervista: cosa deve fare un Libero Professionista per trovare nuovi clienti

Come può un Libero Professionista trovare nuovi clienti?

Scoprilo nell’intervista di Business Tribe a Maurizio Pisani, fondatore di MLP -Marketing per Liberi Professionisti

Landing page: cosa sono, perchè servono ad un Libero Professionista e come crearne

“Che cos’è una landing page? e a che serve saperlo, a me che sono un Libero Professionista?!”

Ecco la domanda che, forse, ti stai facendo.

(questo articolo si riferisce ad attività contenute nello Step 2 e 3 del sistema di marketing MLP. Se non hai idea di cosa sia il Sistema di Marketing MLP, inizia con lo scaricare l’ebook gratuito “Marketing per Liberi Professionisti”)

landing page

Beh, al di là del termine che suon abbastanza esotico (perlomeno a me, un paio di anni fa) una landing page non è altro che una pagina web su cui far “atterrare” (landing, in effetti, significa proprio questo) qualcuno tramite un link, una pubblicità online, e così via.

Normalmente, le landing page servono per veicolare un’offerta (ad esempio vendere qualcosa), o comunque per far compiere una determinata azione a chi ci arriva.

Si ma… a che serve sapere queste cose, ad un Libero Professionista?

Se hai seguito il corso di marketing per Liberi Professionisti, o hai scaricato l’ebook gratuito, già lo sai: una landing page, nel nostro sistema di marketing per Liberi Professionisti, serve fondamentalmente a permetterti di costruire una tua lista di contatti email.

Ti rimando quindi al corso per una spiegazione di come utilizzare una landing page all’interno del tuo sistema di marketing.

In questo articolo, vediamo come costruire una landing page.

Prenderemo ad esempio una landing page che ho costruito per creare una lista di contatti per la mia attività di consulenza , offrendo un e-book gratuito a chi inseriva il suo indirizzo email (sai già, infatti, che puoi incentivare i tuoi potenziali clienti ad iscriverti alla tua mailing list dando loro qualcosa in omaggio..)

Per costruire landing page puoi utilizzare vari strumenti.

Il mio preferito si chiama Instapage.

Perchè uso questo strumento?

Fondamentalmente, perchè è molto facile da usare; poi, è gratis fino ad un certo punto e poi si paga un canone mensile abbastanza limitato.

Allora, vai su Instapage.

Ecco quello che ti appare:

landing page

Clicca sul bottone verde “Build my page now” e poi segui l’opzione Page Designer, pick your template come nel disegno qui sotto.

instapage

Sarai portato in una pagina in cui vedrai tanti modelli di landing page.

Scegline uno (quello che ti piace di più) e cliccaci sopra.

Salva la tua landing page con un nome adatto, ed inizia a lavorarci per inserire il testo che vuoi.

E’ semplicissimo!

Ecco alcuni consigli su come “modellare” la tua landing page:

  1. Inserisci un buon titolo. La gente non ha tempo da perdere. Devi perciò pensare ad un titolo che attiri l’attenzione e spieghi subito quello che stai offrendo. In particolare, focalizzati sui benefici che offre il tuo prodotto (si, anche se gratuito!)
  2. Dopo il titolo, può aiutare un sottotitolo, in cui spieghi meglio il contenuto della tua offerta
  3. Usa un’immagine del tuo prodotto. Un’immagine vale più di 1000 parole!
  4. Utilizza bullet points per descrivere il contenuto del tuo prodotto. i bullet points facilitano la lettura
  5. Se hai dei clienti testimonial, cita le loro parole (ovviamente se positive – ma non inventare nulla, eh)
  6. Scrivi in maniera semplice, chiara, facile da capire
  7. Metti una call to action evidente (cioè, uno di quei pulsanti su cui cliccare)

Ecco la mia landing page dopo un paio d’ore di lavoro:

Instapage

Se usi la landing page per far scaricare qualcosa  a chi inserisce l’indirizzo e-mail (ad esempio, un e-book gratuito, come nel mio caso) , ricordati di collegare il form in cui le persone inseriscono l’indirizzo alla tua lista (se, come ti ho suggerito, usi Mailchimp, puoi farlo in maniera facilissima: basta cliccare sul form, seguire edit e poi redirect, ti apparirà una schermata in cui puoi scegliere Mailchimp e poi seguire le istruzioni).

In questo modo, tutti gli indirizzi email verranno inseriti automaticamente nella tua lista di contatti, senza che tu debba fare nulla!

Ed ovviamente, collega lo stesso form al tuo file (nel mio caso, l’ebook), in modo che chi clicca sul bottone dopo aver inserito il suo indirizzo email riceva automaticamente il tuo e-book (lo puoi fare cliccando sul form e scegliendo l’opzione edit/redirect e poi”upload file”).

Quando hai finito di preparare la tua landing page, devi pubblicarla, cioè renderla visibile a tutti su internet.

Come fare?

Clicca sul tasto “Publish” in alto a destra sulla tua pagina:

Instapage

Se hai creato un sito in wordpress, puoi scegliere l’opzione WordPress – in questo modo l’indirizzo della tua pagina sarà www.iltuosito/ilnomedellalandingpage (per fare ciò, in wordpress devi entrare nel tuo sito, scaricare il plugin Instapage e poi seguire le istruzioni).

Altrimenti puoi pubblicare la tua landing page su Instapage.

In ogni caso, segnati l’indirizzo della tua landing page: ti servirà per indirizzarci le persone, usando i social media, la pubblicità su Facebook ed il tuo sito, come abbiamo visto nello Step 3 del sistema di marketing MLP.

 

 

Marketing su Facebook: ciò che tutti i Liberi Professionisti dovrebbero sapere

Anche i Liberi Professionisti possono fare marketing su Facebook.

(questo articolo si riferisce ad attività contenute nello Step 2 del sistema di marketing MLP. Se non hai idea di cosa sia il Sistema di Marketing MLP, inizia con lo scaricare l’ebook gratuito “Marketing per Liberi Professionisti”)

marketing su facebook

Anzi, nel sistema di marketing MLP Facebook, insieme agli altri social media, riveste un ruolo importante.

Ma andiamo con ordine.

Come puoi, se sei un Libero Professionista, fare marketing su Facebook?

Innanzitutto, devi creare una pagina Facebook per la tua attività.

No, il tuo profilo personale non basta.

Il tuo profilo personale è, appunto, personale.  

Sarai connesso con gli amici, ci metterai le foto delle tue vacanze, lo userai per sapere cosa stanno facendo le persone che fanno parte della tua rete.

Quello che devi creare per la tua attività non è un profilo personale, ma una pagina Facebook.

Una pagina in cui parlerai esclusivamente della tua attività di Libero Professionista, e che ti servirà per fare marketing su Facebook.

Qui in tanti si confondono, ed usano il loro profilo personale per parlare della loro attività (un pò va bene, certo, ma forse non tutti i tuoi amici sono cosi’ interessati ai tuoi servizi di Libero Professionista..).

Altri invece tengono giustamente separata vita privata e lavoro in Facebook, ma – anzichè creare una pagina per le loro attività lavorative – si sbagliano e creano un altro profilo personale, aggiuntivo.

No, attenzione: una pagina è diversa da un profilo personale.

In tantissimi modi (la differenza principale è, forse, che una pagina, al contrario di un profilo personale, non ha amici, ma follower; e poi tante altre cose).

E tu hai bisogno di una pagina, se vuoi fare marketing su Facebook!

Come creare una pagina per la tua attività?

(prima di cominciare, facciamo una pausa: se sei un Libero Professionista e vuoi ricevere consigli su come impostare le tue attività di marketing, iscriviti alla newsletter gratuita di MLP qui – riceverai anche in omaggio l’e-book “Marketing per Liberi Professionisti”)

Vai sul tuo profilo personale e nella parte a sinistra (menu) scegli l’opzione “crea una pagina” e segui le istruzioni.

Ecco qui dove cliccare, una volta aperto Facebook con il tuo profilo personale:

marketing su facebook

Clicca lì, e segui le istruzioni che Facebook ti da.

Dovrai fare 4 cose:

1.  scegliere la classificazione per la tua attività. Facebook ti da varie possibilità: business locale, azienda, marca, e così via.  Scegli quella più pertinente a quello che fai

2. riempire la pagina “informazioni”. Qui dovrai inserire una descrizione della tua attività, in forma breve e lunga, in modo da evidenziare bene a tutti qual è la tua strategia (abbiamo visto nello Step 1 del sistema di marketing MLP come puoi definire una strategia vincente per la tua attività). Ricordati di inserire un link al tuo sito!.

3. Dovrai poi impostare la foto del tuo profilo, che riporti il tuo logo (anche questo dovresti averlo preparato nello Step 1 del sistema di marketing)  ed un’immagine di copertina per la tua pagina (qui Facebook ti chiederà di creare pubblico/fan per la tua pagina, per ora evita il suggerimento e procedi)

4. Inizia a postare qualche contenuto, per vedere come appare!

E’ tutto molto semplice, e se hai qualche dubbio puoi sempre consultare la guida che Facebook stesso ti mette a disposizione.

Ok, ora la tua pagina è completa. Puoi iniziare ad impostare le tue attività di marketing su Facebook.

Che fare, adesso?

Adesso sì, devi iniziare a crearti un seguito di follower, cioè di persone che possono ricevere i tuoi aggiornamenti (in teoria, purtroppo la pratica è un pò diversa e da un pò di tempo è tutto più difficile: solo pochi dei tuoi follower riceveranno effettivamente i tuoi aggiornamenti)

Comincia con i tuoi amici personali di Facebook, includendo però solo quelli che possono in qualche modo essere interessati alla tua attività (o, addirittura, sono tuoi clienti o possono diventarlo).

Guarda qui come fare per invitare i tuoi amici di Facebook a seguire la tua nuova pagina: clicca su “Crea il pubblico” ed apri il menu a tendina. Poi clicca su “Invita amici”.

marketing su facebook

Ti apparirà l’elenco dei tuoi amici su Facebook. Seleziona chi vuoi invitare a diventare follower della tua pagina e poi prosegui.

Il primo passo è fatto.

Se hai un pò di contatti personali su Facebook, qualcuno sicuramente accetterà l’invito ed inizierà a seguire la tua pagina.

Auspicabilmente, poi, qualcuno dei tuoi amici condividerà la tua pagina,  il che rende la tua pagina visibile ai suoi amici.

Così il tuo pubblico crescerà, con il tempo (certo, se hai qualche euro da investire puoi aumentare velocemente il numero dei tuoi fan… ma di questo parleremo un’altra volta).

Fatto tutto ciò, il prossimo passo (Step 4 del sistema di marketing MLP) è utilizzare Facebook per condividere i tuoi contenuti.

Pubblicando, cioè, i contenuti che avrai scritto sulla tua pagina Facebook, in modo che siano visibili a chi segue la tua pagina, o vuole saperne un pò di più su quello che fai.

Ma anche di questo parleremo un’altra volta!

Se vuoi approfondire le tue conoscenze su Facebook, ti consiglio questo libro:
Fare business con Facebook: Il nuovo marketing dei social network (Web & marketing 2.0)
E tu, fai marketing su Facebook per la tua attività?

 

PS: anche MLP ha una pagina Facebook! Se vuoi seguirci, ecco qui il link!

 

Email marketing: il segreto che molti Liberi Professionisti non conoscono

L’email marketing è uno strumento che ogni Libero Professionista dovrebbe utilizzare nel suo sistema di marketing.

(questo articolo si riferisce ad attività contenute nello Step 2 del sistema di marketing MLP. Se non hai idea di cosa sia il sistema di marketing MLP. puoi iniziare scaricando l’e-book gratuito “Marketing per Liberi Professionisti”)

Email marketing per Liberi Professionisti

Infatti, l’email marketing ti permette di tenere contatti con i tuoi potenziali clienti e condividere contenuti che dimostrano la tua competenza (se non sai che significa e-mail marketing, ecco qui: sono tutte le attività di marketing che prevedono l’utilizzo di email per comunicare con i tuoi interlocutori)

Utilizzando bene le email puoi raggiungere due obiettivi fondamentali:

  • ricordare ai tuoi potenziali clienti, periodicamente, che esisti. Tieni conto infatti che (purtroppo..) i clienti comprano i servizi dei Liberi Professionisti quando ne hanno bisogno, e non quando vuoi tu. Per questo, è importante che il tuo nome sia nella mente dei clienti quando devono scegliere a chi rivolgersi!
  • costruire un rapporto di fiducia con i tuoi clienti e potenziali clienti, convincendoli che sei in grado, meglio degli altri, di aiutarli a risolvere i loro problemi

Per fare ciò l’email marketing  è qualcosa di fantastico: poco invasivo, a costo zero, facile da gestire.

Però, devi gestire le tue email usando gli strumenti giusti.

In molti spediscono mail dal loro indirizzo personale, magari un pò alla volta (beh, se fai così assicurati almeno di mettere i destinatari in “blind copy”, evitando che ognuno possa vedere l’indirizzo email degli altri destinatari!).

Non è granché elegante, e causa una serie di problemi di varia natura, oltre ad essere un pò complicato.

C’è un modo molto migliore, invece, di gestire le proprie email: utilizzare uno strumento professionale  – in inglese, “Mailer”. (E’ questo il segreto a cui accennavo nel titolo :))

(ehi, però, facciamo una pausa: se ti interessa ricevere consigli su come trovare nuovi clienti ed aumentare il tuo fatturato, iscriviti alla newsletter gratuita di MLP qui:riceverai anche in omaggio l’e-book “Marketing per Liberi Professionisti”)

Il mailer non è un programma che devi scaricare sul tuo PC.

Basta accedere al sito del mailer, aprire un tuo account e poi puoi fare tutto da lì.

Un pò come, per fare un esempio, quando entri in Facebook: una volta che sei nella tua pagina, puoi fare tante cose da lì (si si lo so… se sei un tecnico od un esperto rabbrividirai di fronte a questo paragone… ma serve giusto per far capire a chi non ne sa nulla che non si deve scaricare niente sul proprio PC).

Un mailer è fondamentale per te (ed infatti è uno degli strumenti di cui abbiamo parlato nello Step 2 del sistema di marketing MLP)  perché ti permette di:

  • impostare facilmente mail graficamente più belle
  • gestire in maniera automatica la lista degli indirizzi email dei tuoi clienti e potenziali clienti, importandola da un form sul tuo sito o da dove vuoi tu (dalla tua pagina Facebook, ad esempio)
  • ridurre il rischio che la tua mail finisca nella casella spam di chi la riceve (per motivi tecnici, che non è il caso di spiegare qui)
  • programmare invii automatici di email
  • sapere chi ha aperto la vostra mail o cliccato su un link

Il sistema di email marketing che uso io è Powered by MailChimp.

 

Mailchimp

E’ uno strumento che ti consiglio di utilizzare per il tuo email marketing: è semplice, veloce e ricco di possibilità.

Con Mailchimp potrai facilmente impostare e spedire newsletter mensili ed email (anche automatiche!), con tutti i vantaggi che abbiamo appena visto.

Immagino a cosa stai pensando: “si, vabbè, ma chissà quanto costa…”

E qui viene il bello: non costa nulla (si, è gratis), perlomeno fino ad una lista di 2,000 iscritti, ed evitando le funzioni più avanzate – di cui, all’inizio, puoi sicuramente fare a meno.

Mailchimp è, dicevo, molto facile da usare.

Non devi scaricare nulla sul tuo PC, è tutto online.

Devi solo capire le basi dell’inglese!

Fai un giro e dagli un’occhiata qui: Powered by MailChimp.

Puoi aprire un account, gratuitamente, in pochi minuti.

Devi solo cliccare sul pulsante rosso in alto a destra, quello indicato dalla freccia qui sotto:

iscrizione Mailchimp

Poi segui le istruzioni e compila i vari campi.

Sei pronto a partire con il tuo programma di email marketing! (che, te lo ricordo un’altra volta, deve essere inserito in un sistema di marketing – altrimenti ti servirà a poco!)

La prima cosa che dovrai fare è impostare la tua lista di contatti email. Puoi farlo anche se per ora non hai nessun indirizzo email da inserire.

Come procedere?

Clicca su lista e poi su “create new list” in alto a destra:

Lista Mailchimp

Fatto questo, dovrai iniziare ad importare gli indirizzi email dei tuoi contatti, se ne hai (e ricordati che la norma da rispettare è inserire nella tua lista solo chi ti abbia fornito spontaneamente il suo indirizzo email…).

Ci sono varie possibilità: puoi inserire gli indirizzi ad uno ad uno, importarli da un file excel, e cosi’ via.

Una volta fatto questo, non ti rimane che impostare le email che vuoi spedire, cliccando sul tasto “campaign”, poi “create campaigns” e ancora procedendo come Mailchimp ti indica (vedrai, è tutto semplice…).

email mailchimp

Oppure puoi addirittura impostare una sequenza di mail automatiche (i cosiddetti “autoresponder”), decidendo quando spedirli ai membri della tua lista. Cioè, potrai impostare email che partono un certo numero di giorni dopo che una persona si è iscritta alla tua lista, o che vengono spedite a chi apre una tua mail o clicca su un link.

Tutto ciò impostando le cose all’inizio (ci vorrà un pò di lavoro…), ma poi non facendo più nulla – il tuo programma di email marketing funzionerà da solo, automaticamente!

Per far questo, devi essere però un cliente pagante (si parte da una decina di euro al mese).

In questo articolo non c’è spazio per entrare più in dettaglio – ma non spaventarti, comunque: Mailchimp è un ottimo strumento per gestire il tuo email marketing, ed è molto semplice da utilizzare!

Se vuoi imparare ad usare Mailchimp perfettamente, ti consiglio di leggere questa guida in italiano che ti spiega nei dettagli come utilizzarlo:

Email marketing con MailChimp (Sushi)

E tu, usi Mailchimp, per il tuo email marketing? od utilizzi un altro mailer (ce ne sono tanti!)?

 

 

 

Come un Libero Professionista può creare il suo sito, senza sapere nulla di programmazione

Come creare un sito per un Libero Professionista?

Oggi ogni Libero Professionista può creare il suo sito da solo, in poco tempo e a costi irrisori, e senza sapere nulla di programmazione.

(questo articolo si riferisce ad attività contenute nello Step 2 del sistema di marketing MLP) (se non hai idea di cosa sia il sistema di marketing MLP, puoi iniziare scaricando l’ebook gratuito “marketing per Liberi Professionisti”)

Sito per Libero Professionista

Non ci credi?

Beh, anch’io ero molto scettico, fino ad un anno fa.

D’altronde, avendo più di quarant’anni, ero convinto che per creare un sito si dovessero conoscere astrusi linguaggi di programmazione e che fosse necessaria una competenza particolare per imparare a farlo funzionare senza problemi.

Nulla di tutto questo!

Un tempo era sicuramente così, ma ora tutto è cambiato.

Creare un sito per la propria attività è un compito alla portata di tutti i Liberi Professionisti (beh, proprio di tutti no.. ma se stai leggendo questo articolo, vuol dire che internet per te non rappresenta una terribile e oscura minaccia, e ci sono ottime possibilità che tu lo possa fare :))

Ovviamente, se non vuoi perdere tempo, puoi sempre farti aiutare da una delle tante web agency, o da qualche free lance, che potrà fare tutto per te (ricordati, in questo caso, di chiedere che il tuo sito venga fatto utilizzando WordPress – e poi fatti spiegare da chi ti ha fatto il sito come accedervi e come inserire da solo i tuoi contenuti).

Se, invece, ti senti di dedicarci qualche giornata di lavoro – puoi creare il sito web per la tua attività di Libero Professionista da solo e al costo di pochi euro al mese.

Vedremo, in questo articolo, quali sono i passi che devi compiere se scegli questa strada.

Cominciamo.

(prima di cominciare, però, facciamo una pausa: se ti interessa ricevere consigli su come trovare nuovi clienti ed aumentare il tuo fatturato, iscriviti alla newsletter gratuita di MLP qui: riceverai anche in omaggio l’e-book “Marketing per Liberi Professionisti”)

Torniamo al sito.

Innanzitutto, per creare il tuo sito, ti serve un dominio (il nome del sito, per intenderci) ed un hosting (il luogo fisico dove risiede il tuo sito).

Per queste due cose puoi usare tanti fornitori, io mi trovo benissimo con Siteground.

Costa poco, il servizio è ottimo e semplice da usare.

La procedura di registrazione del dominio e di installazione del sito, poi, è facilissima (devi sapere qualcosa di inglese, però).

Ecco il link per Siteground:

www.siteground.com

Come fare?

Inizia ad andare su Siteground e registrati.

Una volta che ti sei registrato tutto è molto semplice.

Scegli il tuo dominio (il nome del sito, per intenderci), il piano che vuoi sottoscrivere (ti consiglio quello base, il più economico, che va più che bene per il sito per Libero Professionista)… et voilà, sei già a buon punto.

Se hai qualche dubbio, puoi seguire le istruzioni su questa guida.

Il passo successivo è installare WordPress.

wordpress

WordPress è il “motore” del tuo sito. Tecnicamente, viene definito CMS (Content Management System) ed è usato dalla stragrande maggioranza dei siti al mondo, proprio perché è semplice da installare ed utilizzare, e per tanti altri motivi.

Installare WordPress è semplicissimo (in realtà, con Siteground basta qualche clic del mouse, fa tutto da solo!).

Segui le istruzioni, ed installa WordPress.

Fatto questo, il tuo sito è già online, con il dominio che avrai scelto e registrato.

Cioè, se digiti il nome del tuo sito nel browser, lo vedi – è vuoto (o meglio, ha gli elementi grafici ed i contenuti standard di wordpress), ma è già online.

Ora però dovrai dedicare qualche ora (forse una giornata) per impratichirti con WordPress, dare una veste grafica decente al tuo sito (non ti preoccupare, devi solo scegliere uno tra i tanti temi che WordPress ti propone) ed installare i vari plugin che ti servono (i plugin sono, mettiamola così, delle aggiunte al sito che ti permettono di fare cose in più; ad esempio, di far aprire una finestra “inserisci la tua email” ogni volta che qualcuno visita il tuo sito, ecc).

Per imparare ad utilizzare wordpress, puoi scaricare una delle tante guide gratuite che trovi su internet oppure visitare siti che ti spiegheranno passo passo come fare.

Ad esempio, questo oppure questo.

Vedrai che è molto semplice!

Devi solo dedicarci un po’ di tempo, e sapere qualche parola di inglese.

Ma vuoi mettere la soddisfazione di crearti da solo il tuo sito?

Ed in più – e non fa certo male – il risparmio: avrai creato un sito senza spendere nulla, a parte qualche euro al mese per Siteground (o il fornitore che avrai scelto).

Bene, ora che hai il tuo sito, che te ne devi fare?

Innanzitutto, prepara e riempi di informazioni quelle 2 o 3 pagine base statiche, che descrivono chi sei e la tua attività di Libero Professionista (cerca nella bacheca l’area “pagine” e lavora lì).

E poi… inizia a fare quello che hai imparato nello Step 4 del Sistema di Marketing MLP (se hai seguito il videocorso sai di che sto parlando): usa il tuo sito per pubblicare i contenuti che produrrai periodicamente.

Ricordati sempre che ogni pagina del tuo sito ed ogni articolo che pubblicherai dovrà essere ottimizzata per i motori di ricerca (questa attività di ottimizzazione si chiama SEO, Search Engine Optimization,in inglese).

In modo che chi cerca determinate parole o frasi (keywords) su Google potrà, tra i risultati che ottiene, trovare anche il tuo sito – auspicabilmente in prima pagina!

Questo è però un argomento vastissimo e molto tecnico.

Come fare per ottimizzare i tuoi post per i motori di ricerca?

Innanzitutto, installa un plugin che ti aiuterà tantissimo (ad esempio, questo).

Poi leggi uno dei tanti libri disponibili sull’argomento.

Se vuoi una buona guida sul SEO, clicca su questo link

o frequenta un corso online come questo:

Posizionamento nei Motori di Ricerca

In alternativa, fatti aiutare da un esperto (ci sono tanti specialisti SEO in giro… se hai bisogno di una mano per trovarne uno, contattaci!)

E poi?

Il tuo sito va tenuto vivo costantemente, pubblicando contenuti interessanti e rilevanti per il tuo target (come saprai già se hai seguito il corso di marketing per Liberi Professionisti)

Ecco altri ottimi consigli per produrre contenuti  che rendano il tuo sito un’ottima macchina per attirare clienti e far emergere le tue competenze (in inglese):

The 10 Key Elements of a High Quality Website
Courtesy of: Quick Sprout

 

E tu, hai costruito o stai pensando di costruire il tuo sito per la tua attività di Libero Professionista?

 

 

Linkedin per Liberi Professionisti: come utilizzarlo?

Questo articolo è stato pubblicato sul numero di Dicembre2014 di

Millionaire

Clicca qui per vedere l’articolo: Linkedin

 

Linkedin è uno dei social network tra i più sviluppati in Italia (pare che ormai i profili creati siano più di 4 milioni).

 

(questo articolo si riferisce ad attività contenute nello Step 2 e nello Step 4 del sistema di marketing MLP). (se non hai idea di cosa sia il sistema di marketing per Liberi Professionisti MLP, puoi iniziare scaricando l’e-book gratuito “Marketing per Liberi Professionisti”)

linkedin per liberi professionisti

Si distingue da Facebook perchè è, sostanzialmente, un social network di natura professionale; in altre parole, la gente non si aspetta di trovare foto delle tue vacanze, ma contenuti lavorativi di varia natura.

Ma Linkedin serve ai Liberi Professionisti? e come usarlo al meglio?

Sicuramente, molte cose su come utilizzare Linkedin le sai già

Saprai, probabilmente, che devi crearti un profilo aggiornato e ben strutturato con tutte le cose che hai fatto nella tua carriera lavorativa, devi poi metterci una bella foto professionale, riempire bene la parte delle competenze, chiedere “endorsements” (volgarmente, raccomandazioni..), connetterti con persone rilevanti per la tua attività,  e così via.

Qui daremo per scontato che su Linkedin ci sei già e sai le basi di come funziona.

(Se invece non sai da che parte iniziare con Linkedin ti consiglio di cercare una delle tante guide su internet, principalmente in inglese, oppure – se vuoi fare le cose in grande ed approfondire meglio – acquistare questo libro Lavoro e carriera con Linkedin (Web & marketing 2.0)

In questo articolo vogliamo invece suggerirti alcune cose che forse non sai, e darti qualche indicazione su come utilizzare Linkedin al meglio per trovare nuovi clienti e far crescere la tua attività di Libero Professionista.

Innanzitutto, la prima domanda che devi fare è se ha senso per te essere attivo su Linkedin.

Il che dipende da come avrai definito la tua clientela target – se hai seguito il videocorso “Marketing per Liberi Professionisti”, l’hai fatto nello Step 1.

Linkedin ti può servire principalmente se i tuoi clienti sono imprese o altri business.

Linkedin è, infatti, un social network B2B (ovvero, business to business).

Quindi, in sostanza, se sei un istruttore di golf e ti rivolgi a tutti, forse Linkedin non è il social network giusto per te (meglio Facebook!) – non perderci tempo!; se invece sei un commercialista specializzato in servizi alle piccole e medie aziende, allora sì – Linkedin è il posto giusto dove stare.

(ehi, facciamo una pausa qui: se sei un Libero Professionista e vuoi scoprire come trovare nuovi clienti ed aumentare il tuo fatturato con il marketing, iscriviti alla newsletter gratuita di MLP: riceverai anche in omaggio l’e-book “Marketing per Liberi Professionisti”)

Ok, poniamo che tu abbia definito che i tuoi clienti sono lì, e quindi ha senso per te operare su Linkedin.

Quali sono le cose che devi fare perché essere su Linkedin ti serva a qualcosa?

Fondamentalmente, sono tre – e visto che non hai troppo tempo da perdere in fronzoli, concentrati su queste:

  1. la prima, ovvia, è creare una rete di connessioni. Ovviamente, visto che il tuo obiettivo è trovare nuovi clienti ed aumentare il tuo fatturato, cerca prevalentemente di connetterti a tuoi potenziali clienti. Esiste una funzione ricerca, in Linkedin (la trovi in alto sul tuo schermo) che ti permette di cercare le persone con cui connetterti: puoi inserire nella casella il nome della persona, ma anche la società, l’area geografica e così via. Ah, se mandi una richiesta di connessione ad una persona che non conosci (non si dovrebbe fare, ma…) ricordati di scrivere due righe spiegando chi sei e perché ti vuoi connettere. Ricevere richieste di connessione da persone che non si conoscono e che non ti spiegano perché si vogliono connettere con te è vagamente inquietante, su Linkedin. Ricordati poi che questo è un social network, quindi cerca di partecipare alla vita del network: commenta i post che ti sembrano interessanti, metti “mi piace” (in Linkedin, è “consiglia”) sulle cose che lo meritano, ecc. Un ultimo consiglio, qui: puoi guardare anche l’elenco dei contatti di una persona per controllare se c’è qualcuno con cui vorresti collegarti.
  2. poi, sai già (perché hai letto l’e-book o frequentato il video corso, vero? 🙂 ) che il marketing è un sistema di attività, quindi la tua partecipazione a Linkedin ha senso se collegata a tutte le altre parti del sistema. Se partecipi a Linkedin ma non fai nient’altro, insomma, ti servirà a poco. Come si inserisce, quindi, Linkedin, nel sistema di marketing MLP? Molto semplice. Serve, insieme ad altri mezzi (come avrai visto nello Step 4 del sistema di marketing MLP) a diffondere i contenuti che produrrai periodicamente. Quindi, periodicamente, posta i tuoi contenuti sul tuo profilo, e li renderai visibili alla tua rete di contatti ed anche oltre
  3. infine, per lo stesso motivo, partecipa ai gruppi e diffondi i tuoi contenuti anche li. Ricordati però che ogni discussione che generi deve avere un valore per chi partecipa al gruppo, e quindi non devi semplicemente promuovere la tua attività – ma dare perlomeno spunti di riflessioni ai partecipanti, o fornirgli qualche suggerimento importante per loro. E che nei gruppi non dovresti solo inserire i tuoi contenuti, ma partecipare attivamente alle discussioni degli altri (si chiamano gruppi proprio per questo…). A che gruppi partecipare? qui si confondono in molti. Certo, puoi e devi partecipare ai gruppi di tuoi colleghi, per tenerti aggiornato, scambiare opinioni e cosi via. Ma se vuoi usare Linkedin per aumentare il tuo giro d’affari, sforzati di cercare i gruppi a cui partecipano i tuoi clienti. Cioè, se sei un commercialista, puoi tranquillamente partecipare a gruppi di commercialisti; ma se i tuoi clienti target sono, ad esempio, piccole e medie imprese, troverai più potenziali clienti in un gruppo intitolato “gruppo dei piccoli e medi imprenditori” piuttosto che nel gruppo dei “commercialisti Italiani”

Queste sono le cose fondamentali che puoi fare su Linkedin, se sei un Libero Professionista.

Ce ne sono tante altre (come, ad esempio diventare publisher, creare un tuo gruppo e altro ancora), ma se ti concentri su queste (e ti ricordi che quello che fai su Linkedin deve essere inserito nel tuo sistema di marketing, e non fine a se stesso), avrai, con il tempo, sicuramente dei buoni risultati.

E tu, che esperienza hai con Linkedin?

Scrivilo qui sotto nei commenti!

PS: se vuoi approfondire l’utilizzo di Linkedin, e capisci l’inglese, ti consiglio questo corso: